TRA ARCHEOLOGIA E NATURA

 

Riprendono le escursioni!

Domenica 5 novembre è prevista la visita presso la suggestiva Cava San Marco, all’interno della quale scorre l’omonimo fiume, maggiore affluente del Manghisi. Percorreremo un tratto di essa, le cui risorse, considerata l’abbondanza di acqua, furono sfruttate dall’uomo sin da tempi remoti. Sulla sommità del canyon, infatti, si installava un imponente mulino, patrimonio di inestimabile importanza per il nostro territorio, legato alla molitura dei cereali. La cava, il cui toponimo potrebbe essere legato all’esistenza di una chiesa rupestre, è famosa inoltre per la presenza di un abitato rupestre, identificato come romitorio (da eremita, luogo in cui dimoravano i monaci) e databile fra il Tardo Medioevo e l’età moderna. Visitando il complesso sarà possibile osservare, oltre un’edicola votiva e alcune incisioni simboliche, l’iscrizione in latino dedicata a San Michele, che testimonia la presenza diffusa di questo culto nel territorio.