Verso le orme del S.S. Cristo


Sabato 4 ore 18.00 e
domenica 5 agosto ore 8.30
2018

Il Museo TEMPO di Canicattini Bagni propone un evento atto a valorizzare il patrimonio culturale cittadino, turistico e religioso per la riscoperta di un’antica leggenda legata alla devozione popolare al SS. Cristo. Vi sarà un percorso guidato alla Cava Bagni dove si narra sia stato ritrovato l’antico simulacro dell’Ecce Homo, trafugato dalla Chiesa Madre. Con le letture sceniche di Tanino Golino e i cunti sulle piante citate nella Bibbia a cura di Paolino Uccello, giungeremo nel luogo dove secondo la leggenda il simulacro diventò pesante lasciando le orme. Qui il musicista e ricercatore siracusano Raffaele Schiavo, esperto di vocalità antiche e di canto degli armonici, eseguirà una rielaborazione del “Lamientu” cantato dai nuri durante la processione del Venerdì Santo.

Vi aspettiamo!!!

Per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative.
E’ possibile scaricare l’App.  MUSEIBLEI
da Play Store per Android  Smartphone.


 

Il Vendicatore Oscuro


Presentazione  del libro

Sabato 14 Luglio, alle ore 19:00, nell’ambito degli eventi del 15° Festival del Mediterraneo, al Museo Civico Tempo (Museo del Tessuto, dell’Emigrazione e della Medicina Popolare) di Canicattini Bagni,

Il Vendicatore Oscuro.
Caravaggio

 

il romanzo noir su Michelangelo Merisi, Caravaggio, della scrittrice, giornalista e dirigente scolastica siracusana, Annalisa Stancanelli.

 

L’appuntamento culturale sarà aperto dai saluti del Sindaco Marilena Miceli, e dell’Assessore alla Cultura, Loretta Barbagallo, mentre dialogherà con l’autrice, il Presidente del Museo Tempo, Paolino Uccello, etnoantropologo e guida naturalistica.

Un viaggio nel passato, nella Siracusa del 1600, con le sue tradizioni, gli usi e i costumi del tempo, mentre vi approda nell’ottobre del 1608, fuggendo da Malta,  il “pictor praestantissimus” Michelangelo Merici, detto Caravaggio.

Il vendicatore oscuro” racconta i mesi della clandestinità dell’artista a Siracusa, dove si nasconde, protetto da Don Vincenzo Mirabella e aiutato dai monaci, per sfuggire all’ira dei Cavalieri di Malta che lo vogliono morto. In un susseguirsi di colpi di scena, Caravaggio riesce a sfuggire a un misterioso personaggio che lo perseguita, non potendo tuttavia impedire che altri muoiano al suo posto.

L’autrice lo immagina malato e febbricitante, ricoverato nel convento dei Frati Cappuccini di Siracusa dove un frate erborista lo curerà applicando antichi medicamenti e pregando devotamente Santa Lucia.

Agli studi storici di Annalisa Stancanelli si sono così aggiunte le ricerche nell’ambito dell’etnoantropologia di  Paolino Uccello, presente nei ringraziamenti dell’autrice alla fine del romanzo.

Presentato nel prestigioso Circolo dei Lettori di Torino, alla  Camera dei Deputati, all’Accademia di Brera, all’Assemblea Regionale Siciliana, Annalisa Stancanelli in questo romanzo fa rivivere al lettore le atmosfere dei primi decenni del 1600, riservando molta attenzione ai costumi, alle pietanze, ai riti della nobiltà ed alla musica.

Annalisa Stancanelli ha scritto numerosi articoli per riviste e siti web, occupandosi in particolare di Vittorini, Archimede e, in questo suo noir, del Caravaggio “siracusano”. Nel 2006 ha vinto la Borsa di studio del Centro Internazionale di Studi sul Barocco per i suoi studi su Caravaggio a cui ha dedicato quest’ultimo romanzo.

Vi aspettiamo!!!

Per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative.
E’ possibile scaricare l’App.  MUSEIBLEI
da Play Store per Android  Smartphone.